menu navigazione
orario dei servizi
  • Segreteria
  • ATTENZIONE: in questo periodo di emergenza sanitaria generalizzata, tutti i servizi al pubblico si effettuano unicamente su appuntamento.

    Dal martedì al venerdi
    9:00 - 12:00

  • Biblioteca
  • Martedi, mercoledi, giovedì

    solo su appuntamento.

  • Museo
  • Il museo è aperto
    il giovedì, il venerdì e la domenica,
    dalle ore 15:00 alle 18:00, su appuntamento,
    telefonando al n. 0121 932179
    o scrivendo a
    bookshop@fondazionevaldese.org.

     

  • Ufficio visite guidate
  • Dal lunedì al venerdì
    9:00 - 12:30

  • Collezioni
  • Telefonare per informazioni sulle visite

come arrivare itinerari
  • TUTTI GLI APPUNTAMENTI
  • Intagli alpini. Legni decorati tra Valli valdesi e Queyras

     

    La decorazione a intaglio degli oggetti lignei è stata, per un lungo periodo, tra il XVIII e il XIX secolo, una pratica diffusa in area alpina e le Valli valdesi non fanno eccezione, anzi. Cofani, cofanetti e scatole, cucchiai e collari, piccoli oggetti d’uso quotidiano, venivano riccamente decorati a punta di coltello e spesso colorati, sovente per essere donati in particolari circostanze, come i matrimoni. Sono infatti giunti sino a noi manufatti di alto livello tecnico e con caratteristiche peculiari del territorio di grande interesse, finora poco studiate. Presso il Museo valdese di Torre Pellice si conservano alcuni oggetti da cui è partito un progetto di censimento e ricerca, presso altri musei del territorio ma soprattutto in diverse collezioni private. La ricerca ha portato alla pubblicazione di un Quaderno del patrimonio culturale valdese (Intagli alpini. Legni decorati delle Valli valdesi) e sfocerà in una mostra che verrà inaugurata a febbraio 2021.
     
    Sabato 19 settembre, alle ore 17:30, al tempio valdese di Torre Pellice, si parlerà quindi di legni decorati a intaglio e l’incontro sarà l’occasione anche per provare a dare uno sguardo ai possibili scambi e alle possibili reti che possono nascere nel mondo alpino prendendo come spunto le collezioni museali e le riflessioni su un patrimonio ricco e diffuso come è quello delle valli.


    Interverranno: Samuele Tourn Boncoeur, curatore del Quaderno; Pietro Clemente, già docente di antropologia culturale (Università di Siena, Roma, Firenze) e presidente onorario della Società Italiana per la Museografia e i Beni demoetnoantropologici; Diego Mondo, Funzionario regionale del Settore Valorizzazione del Patrimonio culturale, Musei e Siti Unesco, Gaëlle e Pierre Putelat delle Editions du Queyras, e Davide Rosso, direttore della Fondazione Centro culturale valdese

     

    La presentazione sarà trasmessa in diretta Facebook